Get Adobe Flash player
LoanoNewsSx

Accesso Utenti

Home

Il nostro impegno per continuare la storia del CarnevaLoa

balena0002E’ ormai noto che il carnevale di Loano ha più di 100 anni di storia e nel corso del tempo diverse associazioni si sono avvicendate per continuare questa grande tradizione, citiamo: “l’Unione sportiva loanese”, il “Cerchio Rosso”, la “Fetaia”, la “Stella Alpina”, il gruppo “Oriental Bluman Carovan”, l’Associazione “Puè Pepin” , l’”Azienda Autonoma di Turismo e Soggiorno” e dal 1992 l’Associazione “Vecchia Loano”.

In questi 23 anni il nostro ente ha riportato il carnevale di Loano ai grandi fasti, arrivando ad essere riconosciuto dalla regione il “più grande carnevale della Liguria” come numero di carri, e dall’anno scorso può annoverare una maschera della commedia dell’arte italiana, Capitan Fracassa che insieme a Puè Pepin, Re del Carnevale loanese fin dal 1950 e U Beciancin, personaggio goliardico dei primi del ‘900, maschera ufficiale, costituiscono un trio carnascialesco conosciuto ormai in tutta Italia.

Rendiamo noto con grande soddisfazione che Loano, insieme a Parma, Torino, Vercelli, Castelnuovo Don Bosco (Asti), Busca (Cuneo), Verona, Aosta, Acerra (Napoli), Catanzaro, Polignano a Mare (Bari), Sciacca (Agrigento) è cofondatrice del “Centro Nazionale di Coordinamento delle maschere Italiane”.

L’ufficializzazione è avvenuta il 22 novembre 2014 presso il Circolo Inzani di Parma, alla presenza del presidente Sig. Maurizio Trapelli (Al Dsèvod-maschera di Parma).

La passione che da tempo anima l’Associazione Vecchia Loano, per il valore storico e culturale della tradizione delle maschere, in accordo con le altre associazioni nazionali, ha contribuito a promuovere ed istituire il primo “Registro delle maschere italiane” dove saranno registrate tutte le maschere della commedia dell’arte italiana e i personaggi folcloristici delle varie realtà regionali.

A tale scopo si svolge a Parma già da quattro anni, il “Raduno delle maschere italiane” che ha visto l’adesione e la partecipazione di circa 200 maschere provenienti da tutta Italia.

Quest’opera permetterà di avvicinare le varie realtà locali con ricerche e studi storici, contribuendo a far conoscere il carnevale non solo come divertimento ma anche come risorsa storica, tradizionale, culturale e turistica.

                                       Il Presidente

                                       Santino Puleo

primi sui motori con e-max
LoanoNewsSx

Amici del CarnevaLoa